ABS perde un pezzo

0
64

San Marino. C’è tempesta nel mondo bancario e non solo sulla cima del Titano tormentato dalla neve e dal gelo. L’ABS riunisce il suo primo CdA senza Banca CIS – Credito Industriale Sammarinese. Sembra che la scissione sia avvenuta ormai da qualche tempo, ma ABS ha deciso solo ora di darne notizia.

Quale siano le reali ragioni della frattura, non è dato sapere. Tra l’altro, il direttore di Banca CIS, Daniele Guidi, è stato per molto tempo presidente di ABS ed è stato lui stesso a lasciare il testimone all’attuale presidente Matteo Mularoni.

Sta di fatto che adesso le banche all’interno dell’Associazione rimangono cinque: Cassa di Risparmio, Banca di San Marino, Gruppo Banca Agricola Commerciale – Istituto Bancario Sammarinese, Gruppo Asset Banca e Banca Sammarinese di investimento. Tutte e cinque hanno rinnovato la fiducia ad ABS.

ABS, in una nota molto diplomatica, ricorda di essersi assunta, nel corso di questi ultimi mesi, l’impegno a promuovere l’introduzione della Centrale Rischi. E si compiace per l’impegno assunto al riguardo dal Consiglio Grande e Generale, nel favorire soluzioni sistemiche (nello specifico sul tema degli NPL, i crediti non performanti) attraverso iniziative rigorose, ponendosi come interlocutore delle diverse parti sociali e istituzionali. Un percorso virtuoso basato su rinnovamento e sviluppo, condiviso – ribadisce la nota – anche con il Presidente di ABI Antonio Patuelli, nel corso del recente incontro con il Presidente di ABS Matteo Mularoni. Adesso l’impegno prosegue con il coinvolgimento delle diverse forze politiche che compongono la maggioranza di Governo e l’opposizione. In un atteggiamento di assoluto rispetto nei confronti delle Istituzioni e sottolineando che il ruolo dell’Associazione Bancaria è di essere equidistante da qualsiasi schieramento politico, conclude la nota, ABS ritiene fondamentale l’impegno di tutte le forze politiche in un dialogo costruttivo per elaborare linee strategiche d’azione utili ad accompagnare gli istituti bancari sammarinesi in un processo di rafforzamento e crescita del comparto nonché di valorizzazione delle risorse per lo sviluppo del Paese.

A dimostrazione della concretezza delle sue intenzioni, ABS ieri ha incontrato la coalizione San Marino prima di tutto. L’incontro, che rientra nell’ambito di una serie di colloqui con tutto il tessuto economico, sociale e politico locale, ha messo al centro la necessità di elaborare una “soluzione paese”, pertanto di sistema, e non solo settoriale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here