Tre per mille, l’invito della CSDL

0
74

Destinare il tre per mille della dichiarazione dei redditi all’Istituto Servizi al Lavoro o all’Associazione Sportello Consumatori, è una significativa opportunità per contribuire alla solidarietà e allo sviluppo dei diritti dei cittadini. Ricordiamo che il tre per mille, in assenza di un’indicazione diversa da parte del contribuente, è una quota che in ogni caso verrebbe trattenuta dallo Stato; quindi, non si tratta in alcun modo di una trattenuta aggiuntiva. Pertanto, viene riconosciuta ai cittadini la possibilità di scegliere l’Associazione a cui destinare il tre per mille.

L’ASSOCIAZIONE SPORTELLO CONSUMATORI – Svolge un importante ruolo di tutela dei cittadini nel campo dell’acquisto di beni e servizi, a cui si rivolgono centinaia di persone ogni anno. Molti casi vengono risolti positivamente e con soddisfazione da parte dei consumatori. Lo Sportello svolge anche un’importante azione per affermare una legislazione sempre più tutelante per i cittadini.

L’ISAL-CSdL E LE INIZIATIVE DI SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E INTERNA – Ogni anno l’ISAL-CSdL destina propri contributi ad iniziative di solidarietà internazionale in varie aree del mondo. Nel 2016 l’ISAL ha contribuito a quattro progetti internazionali, di cui tre sono gestiti da Nexus, l’ente di solidarietà della CGIL Emilia Romagna, in Etiopia, Mozambico e Tunisia-Marocco, mentre il quarto è gestito dalla Onlus Amani, in Kenia. Inoltre, ha anche devoluto un proprio contributo ad una realtà sociale sammarinese, la Cooperativa Involo, le cui attività sono rivolte a persone svantaggiate e in difficoltà. Questi i progetti finanziati.

SVILUPPO RURALE/URBANO E RAFFORZAMENTO DELL’ASSOCIAZIONISMO DI BASE PER LE COMUNITÀ PIÙ POVERE DELL’ETIOPIA – L’obiettivo generale è il miglioramento delle condizioni socio-economiche e della produzione del settore agricolo per l’autoconsumo e per il mercato in quattro distretti, supportando il sistema associazionistico e contribuendo alla promozione dei diritti di genere e allo sviluppo di attività generatrici di reddito.

AGRICOLTURA, ALFABETIZZAZIONE E ASSOCIAZIONISMO IN ZAMBÉZIA, MOZAMBICO – Lo scopo è di contribuire al superamento della povertà estrema e della fame della popolazione della Zambezia;migliorare la struttura organizzativa e produttiva delle organizzazioni sociali ed economiche dei distretti di Morrumbala, Nicoadala, Namacurra e Mopeia, rafforzando la componente femminile delle Associazioni di contadini.

RAFFORZAMENTO DELL’ECONOMIA SOCIALE E SOLIDALE, DELLE PRATICHE DEMOCRATICHE E DELLO SVILUPPO LOCALE IN TUNISIA E MAROCCO – Il progetto è finalizzato a sostenere 6 imprese solidali, promosse sopratutto in campo agricolo, e di rafforzare le reti della società civile e delle imprese solidali, ed a promuovere a livello trasversale l’uguaglianza di genere e le pari opportunità, favorendo la partecipazione femminile alle attività economiche e produttive.

KENYA: ADOZIONI A DISTANZA NEL CENTRO SOCIALE DI KIVULI – Da anni l’ISAL provvede alla adozione a distanza di 10 bambini in questo centro sociale, a Nairobi, consentendo loro di studiare e fare scelte costruttive per la propria vita. Questa iniziativa è gestita dalla Associazione Amani.

COOPERATIVA SOCIALE INVOLO – Lo scopo di questa cooperativa sammarinese è quello di creare un vero e proprio ambiente di lavoro per i lavoratori che appartengono all’ampia categoria delle persone “svantaggiate”, seguite dai servizi sociali, affinché possano intraprendere un proprio cammino di autonomia attraverso il lavoro.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here