Convention & Visitors Bureau verso la liquidazione

0
57

San Marino. Uno sviluppo vero e proprio non l’aveva mai avuto il Convention & Visitors Bureau. Tanti progetti, altrettanti direttori, tantissime aspettative, ma la cosiddetta “politica congressuale” che avrebbe dovuto decollare già dalla fine del secolo scorso, non è mai partita veramente. La colpa è un po’ di tutti i governi, che forse non ci hanno mai creduto veramente al di là degli slogan elettorali. Un po’ che San Marino manca da anni di infrastrutture efficienti. Un po’ che è difficile organizzare congressi importanti e poi non ci sono abbastanza posti letto. Un po’ la concorrenza di Rimini, che è leader mondiale nella congressistica.

Insomma una marea di difficoltà, tanti soldi investiti inutilmente. E adesso per il Convention & Visitors Bureau è arrivato l’ultimo atto, quello finale, che prepara il passaggio della gestione del centro congressi alla Giochi del Titano. Infatti, il Congresso di Stato nella seduta del 15 gennaio ha espresso il gradimento alla nomina di Sante Ruggero Lonfernini quale liquidatore.

Probabilmente, San Marino darà dunque l’addio ufficiale anche alla politica congressuale per lasciare spazio ad attrazioni di altro tipo. Tra l’altro, anche San Marino RTV dovrebbe lasciare entro qualche tempo la sede del Kursaal, recuperando quindi spazi per attività e progetti ad attrazione turistica.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here