La relazione Ria Grant Thornton sulla solvibilità dell’obbligazione Leiton Holding s.a.

0
180

San Marino. Dopo il clamore suscitato dalle affermazioni fatte in Consiglio sul debito (presunto?) della Leiton Holding s.a. nei confronti della Cassa di Risparmio, Giornalesm.com pubblica gli stralci relativi a questa società contenuti nella relazione effettuata dalla Società Ria Gran Thorton per la Cassa di Risparmio. La relazione, consegnata nell’agosto 2017, è stata più volte richiesta dalle opposizioni, anche tramite odg consiliari. Sempre rimasti inevasi e inascoltati. Dopo la recente querelle nata tra Federico Pedini Amati, che aveva chiesto se il debito fosse stato pagato, e Marino Grandoni che ha minacciato querele, il comunicato di Adesso.sm che difende Grandoni, ecco il testo della relazione dell’anno scorso, che illustra la situazione.

Leiton Holding S.A – Valore di Bilancio euro 13.583.979

Obbligazione non quotata emessa dalla società di diritto lussemburghese Leiton Holding s.a. sottoscritta da CARISP (data emissione 01.08.2008) per un valore nominale di 13,5 milioni di euro con durata 10 anni (SCADENZA 30.08.2018).

Il titolo viene valutato semestralmente con il supporto di KPMG Adivsory Spa. La valutazione viene eseguita con la tecnica dell’attualizzazione dei flussi di cassa futuri e considera come rischio di credito la curva di mercato del settore Financial, rating BB. La KPMG non si esprime comunque in merito al rischio emittente.

Il Risk Management della Cassa evidenziava in più circostanze talune criticità in merito al titolo in oggetto. 

In particolare veniva segnalato all’attenzione del Comitato Esecutivo (delibera n.88 del 17.05.2016) e successivamente del CDA (delibera n.293 del 24.05.2016 e delibera n.171 del 28.03.2017), quanto segue:

  • mancanza di dividendi previsti nei prossimi esercizi;
  • allungamento della catena distributiva dei dividendi: infatti nel 2008, anno in cui CARISP ha assunto il rischio verso Leiton Holding, la stessa società deteneva il 95,12926% di Banca Partner; nel 2015, invece, Leiton Holding detiene l’81,102% di Banca CIS (pari al 95,12926% dell’85,255%);
  • Dilazione del valore della garanzia: nel 2008 il valore patrimoniale implicito nelle azioni Leiton Holding s.a. costituite in pegno a favore di CARISP era rappresentato dal 33.30% di Banca Partner; nel 2015, invece, tale valore è rappresentato dal 28,39% di Banca Cis;
  • Patrimonio netto depauperato dalle perdite pregresse.
  • Tali criticità determinano incertezze circa la possibilità di rimborso, da parte di Leiton Holding s.a., del prestito obbligazionario (13,5 milioni di euro) sottoscritto da CARISP.
  • Sulla base delle considerazioni emerse nel 2016, in assenza di bilanci dell’emittente e sulla base di un aggiornamento del Patrimonio Netto di Banca CIS, si è ritenuto prudente svalutare il titolo obbligazionario per un ammontare di 6.5 milioni di euro, ovvero tenuto conto del valore del pegno calcolato sul PN di Banca CIS.
  • (…)
  • RIA GRANT THORNTON

(Fonte: Giornale.sm)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here