Telefonia mobile, la promessa di Zafferani: “Nuova rete entro un anno”

0
29

San Marino. “Entro i prossimi 12 mesi la Repubblica di San Marino avrà una rete mobile completa e performante, senza più punti morti”. Lo assicura il segretario di Stato per il Lavoro con delega alle Telecomunicazioni, Andrea Zafferani.

Da anni in Repubblica telefonare è difficile, se non addirittura impossibile: ogni giorno sono numerose le cadute di linea durante una telefonata di qualsiasi genere. Ma il governo ha già iniziato a effettuare i primi interventi per migliorare la comunicazione: “Vorrei innanzitutto ricordare l’azione che, a differenza del governo precedente al nostro, abbiamo messo subito in campo: si tratta dell’autorizzazione alla trasmissione in 4G, che non solo ha consentito alle connessioni Internet di essere più veloci ma ha anche parzialmente migliorato il segnale in Repubblica – dichiara Zafferani – purtroppo ci sono ancora zone dove ancora non c’è campo e non è questione di avere o no il segnale migliore”.

A trarre i primi benefici del piano del governo sulle telecomunicazioni sarà la zona industriale della Repubblica: “Potenziata la rete mobile attraverso l’introduzione della tecnologia 4G per permettere a San Marino di essere in linea con ciò che si fa fuori dai confini nazionali, ora bisogna occuparsi della copertura da parte di Telecom Tim San Marino dei pali per le antenne di telefonia mobile, tutti recentemente installati nel Castello di Serravalle (Fiorina, Rovereta e stadio del baseball, ndr) – afferma Zafferani – inoltre, sempre da parte di Telecom Tim San Marino, dovrebbe esserci una richiesta di installazione di un impianto anche sul centro commerciale Atlante di Dogana, dove è già presente una microcella che dovrebbe essere convertita in macrocella. La parte industrializzata del Titano, al termine dei lavori, sarà ben coperta”.

Oggetto di valutazione con i tecnici di Zte Corporation i nuovi siti in cui installare impianti per la telefonia mobile: “Era prevista anche l’installazione di un’antenna nei Castelli di Acquaviva e Montegiardino ma, dopo aver raggiunto un’intesa con Zte Corporation per lo sviluppo integrale della rete mobile e internet del nostro Stato, abbiamo preferito fare un’ulteriore valutazione con i tecnici per capire quali potrebbero essere i siti migliori in cui ubicare ulteriori installazioni di antenne, che sono assolutamente necessarie – asserisce il segretario di Stato – nel Castello di Acquaviva era stato deciso inizialmente di mettere un impianto nella zona di Gualdicciolo, ora bisogna capire con Zte se verrà mantenuto lì o spostato da un’altra parte. Stesso discorso va fatto anche per un’altram zona critica come quella della Sottomontana. I prossimi passaggi dovranno comunque essere ultimati entro i prossimi 12 mesi se vogliamo godere di una rete completa e performante, senza più punti morti”. Con la nuova rete mobile, sarà più facile per le compagnie telefoniche accedere a San

Marino: “Con Tim c’è un rapporto storico e consolidato che verrà assolutamente sviluppato perché vogliamo che sia ben presente in Repubblica: ha investito tanto nel nostro Paese e per prima coprirà il territorio installando le proprie antenne – aggiunge Zafferani – la futura rete dello Stato verrà realizzata consentendo l’accesso tramite il ran sharing, un meccanismo di connessione che permetterà agli operatori telefonici, previo il pagamento di un canone d’affitto, di proporre i propri servizi e coprire la propria clientela sul Titano – conclude il segretario di Stato alle TLC – con Wind e Tre c’è una lettera d’intenti, sottoscritta sia da noi che da loro, per trovare assieme le forme, i tempi e i modi per il loro ingresso nel nostro territorio mentre con Vodafone ci sono tuttora contatti in corso ma siamo fiduciosi sull’esito della trattativa”.

Andrea Lattanzi – La Serenissima

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here