Consiglio: respinto l’odg sulla sentenza Asset

0
75

San Marino. Nella seduta odierna del Consiglio Grande e Generale, si conclude il dibattito sul commissariamento di Asset Banca, con la bocciatura dell’ordine del giorno presentato da tutta l’opposizione. L’Odg, presentato da Giancarlo Venturini, Pdcs, chiede, tra le altre cose, “l’immediata sostituzione degli attuali Segretari di Stato che componevano, nel periodo in oggetto, il Comitato per il Credito e il Risparmio” e di “rilasciare incarico ai componenti organi dello Stato affinché intraprendano con urgenza le opportune azioni in sede civile per ottenere il risarcimento del danno, e in particolare nei confronti degli allora membri del Ccr e degli organi di Vigilanza di Banca centrale”. Per il Segretario Eva Guidi l’Odg non è accoglibile: “Ritengo non porti elementi di chiarezza- motiva- ma lo considero semplicemente un atto di accusa che fa una deliberazione finale molto dura”.
Il capogruppo di Ssd, Giuseppe Morganti, a nome della maggioranza concorda con il giudizio del Segretario: “Siamo contrari a un provvedimento che non è una indicazione di natura politica- spiega-non entriamo nel merito delle sentenze, le lasciamo agli organi competenti”. La proposta dell’opposizione “non è un atto di accusa- replica Alessandro Mancini, Ps- è un atto di difesa del Paese, un atto certamente forte, ma robusto dal punto di vista politco che sviluppa gli anticorpi necessari per creare una discontinuità profonda e necessaria con quanto successo oggi”.
L’Odg viene infine respinto e l’Aula prosegue i lavori aprendo il comma 33, relativo al Pdl “Disposizioni relative agli esami conclusivi degli indirizzi di studio quinquiennali nella Scuola secondaria superiore”, presentato dal Segretario di Stato Marco Podeschi, per cui è accolta la richiesta di procedura di urgenza. La seduta si interrompe e l’esame del provvedimento sarà avviato in notturna.

SMNA

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here