La situazione delle banche infiamma la commissione finanze

0
43

San Marino. Le vicende bancarie tornano a occupare i lavori della commissione Finanze, riunita ieri a Palazzo Pubblico. In Comma Comunicazioni, i commissari di minoranza sollecitano il Segretario per le Finanze, Eva Guidi, a riferire sulle novità emerse dall’assemblea dei soci di Cassa di Risparmio, di cui si è appreso dalla Tv di Stato, in particolare sulla nomina del nuovo Amministratore Delegato, sul piano industriale e sul programma di revisione dei costi. Alessandro Mancini, Ps, stigmatizza l’assenza di informazioni in Commissione. “Non c’è stato alcun incontro informale, né ufficiale – lamenta il consigliere Alessandro Mancini, Ps –  in Commissione Finanze non si parla più di Cassa e oggi ci troviamo ad avere informazioni a mezzo stampa,  inutile dire che è inaccettabile Segretario”. Teodoro Lonfernini, Pdcs, chiede chiarimenti sull’azione di sindacato che, secondo quanto appreso dai media, verrebbe mossa “solo nei confronti di una persona”, l’ex Dg Luca Simoni. Aggiornamenti  sono richiesti anche sul commissariamento di Banca Cis e sul blocco dei pagamenti: “Vi siete confrontati con il commissario Bonfatti? – incalza Roberto Ciavatta, Rete – è vero che avrebbe svalutato in modo eccessivo l’istituto?” Il Segretario per le Finanze Eva Guidi risponde ai commissari: sul Cis spiega di non essere a conoscenza di alcuna svalutazione. “Il governo spera di avere un nuovo aggiornamento sulla banca – chiarisce – al momento sappiamo che si sta rilevando la situazione interna e che il commissario sta cercando di ammorbidire il blocco dei pagamenti per dare maggiore elasticità a imprese e risparmiatori”. Sui temi affrontati nell’assemblea dei soci di Cassa di risparmio fa sapere che  il socio,  ha ritenuto di dotare la banca di un Amministratore delegato e di rinforzare la governance.  Sulla riduzione dei costi assicura che i presupposti per ripartire ci sono: “Da parte dei dipendenti è stata data disponibilità sulla riduzione dei costi loro riferiti, idem per i vertici”. Infine, risponde sull’azione di sindacato: “La decisione è stata presa sulla base del lavoro approfondito dei legali – spiega – si è ritenuto di attivare procedure sul precedente direttore di Cassa” anche perché, rispetto altri destinatari possibili, i legali parlano di azioni di responsabilità che non possono essere più esercitate perché cadute in prescrizione.  Il Comma comunicazioni si chiude con l’annuncio da parte dei commissari di minoranza della presentazione di un Odg che verrà letto, discusso e messo ai voti a fine seduta.

Per accordo tra i commissari, si passa ad affrontare il Comma 6, relativo all’esame del Progetto di legge “Tutela dei titolari di obbligazioni subordinate emesse da Asset Banca S.p.A.” presentato dai gruppi di maggioranza Rf, Ssd, C10. Nel corso del dibattito, i commissari di opposizione annunciano emendamenti che intervengono sulle modalità di rimborso, ritenute “non dignitose” per i risparmiatori. Critiche vengono mosse anche per la stesura dell’articolato, ritenuta superficiale. Infine, da parte della maggioranza viene proposto di sospendere l’esame del Pdl per consentire il suo approfondimento e l’esame in una prossima seduta dedicata entro marzo, per procedere poi al suo passaggio in Consiglio Grande e generale.

L’esame dell’articolato viene quindi sospeso e la Commissione passa ad affrontare i commi relativi alle mozioni su cui i lavori sono proseguiti in seduta notturna.

SMNA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here