Dimissioni Bodellini, interviene il Consiglio Direttivo di BCSM

Dall’avv. Marco Bodellini, non sono mai state manifestate le difficoltà che adduce quale motivazione principale delle proprie dimissioni

Dimissioni Bodellini, interviene il Consiglio Direttivo di BCSM

SSD completa gli organismi interni
Biagio Bossone: il clima è cambiato
Presidenza BCSM, due candidature: Catia Tomasetti e Giacomo Neri

San Marino A seguito delle notizie recentemente apparse sulla stampa in merito alle dimissioni presentate dall’avv. Marco Bodellini, il Consiglio Direttivo di Banca Centrale vuole precisare che non sono mai state palesate dall’avv. Bodellini, né durante le sedute del Consiglio Direttivo né durante gli incontri informali a margine delle stesse, le difficoltà che adduce quale motivazione principale delle proprie dimissioni.

L’intero Consiglio Direttivo ha sempre manifestato apprezzamento per l’impegno profuso dal Consigliere che, coadiuvando la Direzione Generale e tutta la struttura della Banca, ha certamente contribuito al dialogo con gli organismi internazionali ed in particolare con il Fondo Monetario, consentendo alla Banca Centrale di ricevere attestazioni di merito sul percorso intrapreso.

Pertanto, è profonda convinzione del Consiglio Direttivo che le dimissioni attengano ad altre motivazioni che, per l’immutato rispetto verso l’avv. Bodellini, si ritiene di dover mantenere nel più stretto riserbo.

Il Consiglio Direttivo, con rammarico pur prendendo atto delle dimissioni del Consigliere Bodellini, conferma che la Banca Centrale ha tutte le professionalità per continuare a supportare con impegno la Segreteria di Stato per le Finanze e il Bilancio nel cammino di internazionalizzazione del sistema bancario.

Consiglio Direttivo BCSM

COMMENTA L' ARTICOLO