L’ambasciatore spagnolo Alfonso Dastis ha presentato le lettere credenziali

Insieme con l'attrice Angela Molina ha quindi inaugurato il Festival del Cinema spagnolo

L’ambasciatore spagnolo Alfonso Dastis ha presentato le lettere credenziali

Seconda edizione del ciclo di film “Europa e lavoro attraverso il cinema”
Domani secondo appuntamento del ciclo “Europa e lavoro attraverso il cinema”
San Marino Cinema: proiezioni pomeridiane per i più piccoli

San Marino. Si è conclusa ieri l’edizione sammarinese del Festival del Cinema spagnolo, che San Marino ha ospitato il 1° e il 2 dicembre.
Su proposta dell’Ambasciata di Spagna, prontamente accolta in Repubblica, San Marino per due giorni, sotto profilo artistico e culturale, ha messo al centro l’amico Regno di Spagna e valorizzato proiezioni di pellicole d’autore di indiscusso valore e riscontro di pubblico.
La due giorni ha preso il via sabato sera, con una cerimonia di inaugurazione al Teatro Concordia di Borgo Maggiore.
A salire sul palco per richiamare il valore e il significato dell’evento, il Segretario di Stato per la Cultura, Marco Podeschi e l’Ambasciatore del Regno di Spagna presso la Repubblica, Alfonso Dastis Quecedo.
Madrina dell’evento, la nota attrice internazionale Angela Molina, che ha risposta alle domande del Direttore Generale di San Marino RTV, Carlo Romeo, prima di lasciare alla visione del pubblico una delle sue più note pellicole: “Quell’oscuro oggetto del desiderio”, del grande regista Luis Bunuel.
Con il Patrocinio delle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri, per la Cultura e per il Turismo, il Festival è stato organizzato congiuntamente dalle rispettive Ambasciate, spagnola e sammarinese a Roma, in stretta collaborazione con il Dipartimento Affari Esteri e con gli Istituti Culturali.
A curare la parte tecnico-organizzativa dell’evento, l’Agenzia italiana EXIT Media, mentre a San Marino RTV il ruolo di media partner.
Nello stesso pomeriggio di sabato, l’Ambasciatore di Spagna, figura di rango della diplomazia spagnola, già Ministro degli Affari Esteri del Paese iberico, ha presentato alla Reggenza le Lettere Credenziali e condiviso con ampia soddisfazione l’iniziativa culturale, nell’auspicio che possa proseguire, date le peculiarità e il positivo riscontro ottenuto.
Stessi auspici sono provenuti anche dall’artista Molina che, ricevuta in Udienza privata dalla Reggenza, ha espresso parole di elogio e la grande soddisfazione per un evento singolare, che si propone di presentare al grande pubblico film in lingua originale, con sottotitoli, garantendo in tal modo l’essenza e l’originalità della produzione.

COMMENTS