Una giornata, tanti eventi, contro la violenza sulle donne

0
166

San Marino. Il 25 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne, proclamata dall’Onu nel 1999. La violenza sulle donne è una piaga che l’umanità non è ancora riuscita a sanare. Nonostante il passare degli anni, i ricambi generazionali, il varo di nuove leggi, ancora oggi milioni di donne subiscono violenze di ogni tipo anche nei Paesi occidentali.

La violenza sulle donne è tra le violazioni dei diritti umani più diffuse al mondo. Comprende reati come la violenza sessuale, lo stupro, senza dimenticare la violenza psicologica. In Italia e nel mondo subisce violenza, mediamente, una donna su 3 dai 15 anni in su.

Può accadere ovunque: dentro le mura domestiche, sul posto di lavoro, per strada.

Il 25 novembre è una data importante, per ricordare a tutti che il rispetto è alla base di ogni rapporto e che non possiamo continuare a veder crescere il numero delle donne che subiscono violenza.

La Repubblica di San Marino è impegnata per prevenire e contrastare la violenza in ogni sua forma educando al rispetto della persona e dei diritti delle donne e contrastando gli stereotipi di genere che sono alla base di una visione errata di donne e uomini nella società.
Quest’anno le iniziative portate avanti sono molteplici e sono state presentate in Conferenza Stampa oggi per dire che TUTTI INSIEME – Istituzioni, Servizi sanitari e socio sanitari, Commissione Pari Opportunità, Authority Pari Opportunità, Università di San Marino, Istituti Culturali, Soroptimist – vogliamo rispondere in modo efficace a sostegno della Donna e del lavoro dei centri antiviolenza.

Fra gli eventi che ruotano intorno alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne si parte con il 23 novembre alle ore 16.00 Aula Magna Università degli studi di San Marino con la Presentazione del volume a cura del Dipartimento di Scienze Umane Unirsm “Contro la violenza di genere: tra formazione e intervento. Riflessioni da una ricerca nella Repubblica di San Marino” a cura di Arianna Taddei.

Il 24 novembre  ore 14.00 all’ospedale (Sala il Monte) è previsto un momento di aggiornamento a cura dell’Istituto per la Sicurezza Sociale suPrevenzione e contrasto alla violenza: gli obiettivi raggiunti, le criticità e le proposte per il futuro”, e alle ore  16.00 presso la Sala Montelupo una tavola rotonda a cura della Commissione Pari Opportunità e dell’Authority per le Pari OpportunitàIl Diritto Violatocon la Prof.ssa Andreana Esposito, giurista internazionale, l’Avv. Alberto Alessi, avvocato difensore di Jessica Notaro, l’Avv. Gian Paolo Pasquali e l’Avv. Moreno Maresi, difensore parte civile del Comune di Rimini nel caso di Jessica Notaro.

La sera del 24 novembre alle Ore 21.00 presso il Teatro Titano  ci sarà una Spettacolo teatrale a cura degli Istituti Culturali – Arti performative “La sorella di Gesucristo” di e con Oscar De Summa.

La Commissione Pari Opportunità in collaborazione con la Commissione CSD ONU propone per il 25 novembre alle ore 18.00 presso Caffè Teatro –Dogana il Caffè Letterario DiversamenteLibri “Melanconia con stupore” di Karen Venturini, 34 racconti di donne ricoverate in manicomio a cavallo fra Ottocento e Novecento.

Il Soroptimist Club di San Marino ha deciso di organizzare un incontro di sensibilizzazione rivolto alla cittadinanza previsto per il  29 novembre ore 17.30 presso il Grand Hotel San Marino “WE STAND UP FOR WOMEN – Il nostro impegno per le donne , coordinato dalla dott.ssa Francesca Nicolini, con la dott.ssa Aurora Cherubini, l’Avv. Antonella Bonelli, la dott.ssa Monica Michelotti , il Prof. Lanfranco Ferroni, il dott. Maurizio Faraone e la dott.ssa Miriam Farinelli.

Dal 30 novembre al 10 dicembre sarà inoltre allestita una Mostra fotografica di Federico Borella a Palazzo Graziani “Sheroes – dopo l’attacco con l’acido”.  Il 30 novembre alle ore 17.15 ci sarà l’inaugurazione.

A partire dal 25 novembre e fino al 10 dicembre Le Torri di San Marino si illumineranno di arancione su invito dell’agenzia delle Nazioni Unite per l’Uguaglianza di genere (UN Women), con l’intento di stimolare un’azione globale per porre fine alla violenza contro donne e ragazze.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here