“Restiamo umani e abbracciamoci ancora”

0
20

“Vedo il mondo per ciò che è: una bolla di oscurità interrotta da sprazzi di luce vivissima, splendida, quasi sacra. Questa luce, ne sono sicuro, si accende ogni volta che aiutiamo qualcuno, compiamo un atto di gentilezza o sappiamo influenzare positivamente la vita altrui.” Queste le parole scritte da Nicolò Govoni, cofondatore dell’associazione Still I Rise e candidato al Premio Nobel per la Pace 2020, questo l’obiettivo dei firmatari del presente comunicato: accendere, con il vostro contributo, tanti piccoli raggi di luce che possano rompere quella bolla di oscurità rappresentata dalle gravi condizioni in cui, quotidianamente, vivono i minori profughi all’interno dell’hotspot di Samos ( Grecia), molti dei quali “non accompagnati”, ovvero bambini e ragazzi soli al mondo, senza alcuno a dargli conforto e assistenza.

RESTIAMO UMANI: ABBRACCIAMOCI ANCORA
“CREIAMO, TUTTI INSIEME, UNITI, UNA CATENA DI SOLIDARIETÀ!”

Le principali organizzazioni internazionali e le associazioni operanti a Samos da oramai troppo tempo denunciano le condizioni inumane cui sono costretti i profughi rifugiati sull’isola. Denunce concretizzatesi visivamente nel libro “Attraverso i nostri occhi” dove le immagini di reportage, scattate dagli stessi minori che ogni giorno abitano il campo, nell’ambito di un progetto didattico pensato da “Mazì” (centro educativo fondato a Samos da Still I Rise), parlano senza bisogno di alcun racconto. La stagione invernale è poi causa di maggiori difficoltà, infatti i container o le semplici tende da campeggio in cui vivono non sono dotati di sistemi per il riscaldamento. Per questo abbiamo pensato di inviare a Samos coperte e altri materiali per aiutare queste persone a superare l’attuale stagione invernale.

DEI FIDATI COMPAGNI DI “VIAGGIO”

Il nostro obiettivo sarà perseguito con la collaborazione di due importanti ONLUS operanti a Samos: Still I Rise e Refugee 4 Refugees. Still I Rise è un’associazione che ha una missione: l’educazione dei minori, costretti nei campi profughi. Still I Rise è responsabile del centro educativo Mazì (dal greco “insieme”), “isola” felice e luogo di educazione per i minori migranti; recente inoltre è l’apertura a Gaziantep (Turchia) di un secondo centro
educativo che diventerà “Scuola internazionale”. L’associazione attualmente opera anche in Siria e in Kenya. Refugee 4 Refugees è un’associazione fondata da un giovane profugo, sbarcato a Samos, che ha deciso di fare della propria vita un aiuto per coloro che hanno affrontato la sua stessa condizione, distribuendo gratuitamente generi di prima necessità nel campo profughi dell’isola.

COSA POSSIAMO FARE CONCRETAMENTE?

Il nostro progetto si fonda sulla raccolta di coperte, materiale di cancelleria, abbigliamento, per bambini e ragazzi, usato e in buone condizioni, oltre che di prodotti per l’igiene personale. Desideriamo dunque rivolgere un invito alla cittadinanza e alle imprese sammarinesi affinché abbraccino questa iniziativa a sostegno dell’educazione e dell’istruzione, basi fondanti necessarie per ogni futuro progetto di integrazione che voglia essere di successo e a sostegno di uno spirito solidale che ci unisce tutti, in quanto esseri umani.