“Prioritario dotarci di una normativa per gli interventi di costruzione e manutenzione delle strade”

0
14

Altra occasione che mi fornisce l’opposizione è quella di tornare ad illustrare le motivazioni che hanno condotto alla stipula del Disciplinare di incarico con l’Università Politecnico di Milano avente ad oggetto una collaborazione tecnico economica per l’avvio della fase 2 del progetto “strade sicure” con il fine di elaborare un quadro normativo complessivo inerente agli elementi costitutivi delle strade, migliorare la sicurezza stradale e le tecniche di manutenzione delle pavimentazioni stradali della Repubblica di San Marino.
In primo luogo mi preme rendere noto che il Prof. Maurizio Crispino Professore Ordinario di Costruzione di Strade Ferrovie ed Aeroporti del Politecnico di Milano, è un massimo esperto della materia e vanta 30 anni di esperienza accademica, istituzionale e professionale in ambito sia nazionale che internazionale nel mondo delle infrastrutture di trasporto.
Si è ritenuto prioritario dotare la Repubblica di San Marino di un quadro normativo complessivo inerente agli elementi costitutivi delle strade, per migliorare la sicurezza stradale e le tecniche di manutenzione delle pavimentazioni stradali del territorio nonché implementare la redazione di elaborati tecnici contenenti le caratteristiche dei materiali e le tecniche da impiegare per il rifacimento e la manutenzione della pavimentazione stradale.
Altro tema che sta a cuore dal punto di vista ambientale è lo sviluppo di una disposizione normativa specifica per l’impiego di materiali di riutilizzo (con qualifica di sottoprodotti) per la costruzione stradale che implementi le risultanze più avanzate dello stato dell’arte nazionale e internazionale.
La redazione di un quadro di riferimento normativo complessivo inerente agli elementi costitutivi le strade, intendendosi precisamente l’individuazione delle norme da prevedersi in futuro, gli obiettivi ed i perimetri, in modo da collegarsi reciprocamente senza lacune e sovrapposizioni, consentirà all’AASLP ed alle Ditte che operano nel settore delle costruzioni e manutenzioni stradali, di operare con professionalità secondo procedure codificate nel rispetto della Legge. Parte così la fase 2 “normativa” del “Progetto Strade Sicure” che darà sostegno alla fase 3 “realizzativa”. L’obiettivo è garantire una pavimentazione stradale sicura al fine di evitare incidenti stradali, di evitarne il deterioramento col trascorrere del tempo e, di conseguenza, evitare l’aumento vertiginoso dei costi economici per la relativa manutenzione stradale a regola d’arte.

Stefano Canti (Segretario di Stato per il Territorio, l’Ambiente ed i Rapporti con l’AASLP): ”Ribadisco con fermezza che onoro e rispetto l’Università della Repubblica di San Marino in quanto rappresenta un’Istituzione di eccellenza per il nostro territorio e con essa la mia Segreteria sta attualmente conducendo varie collaborazioni ad esempio per la redazione del Piano Strategico degli interventi per l’Agenda 2030 e per l’aggiornamento del Piano di gestione UNESCO. Tengo a precisare che la collaborazione che c’è stata con l’AASLP è stata proficua ed il lavoro svolto è stato capitalizzato, infatti lo sviluppo del programma di gestione delle manutenzioni stradali di proprietà dell’Ecc.ma Camera avvenuto con la collaborazione dell’UNIRSM, è ad oggi gestito dai tecnici interni alla pubblica amministrazione dell’AASLP e dell’UPTE. L’obiettivo era proprio quello di implementare la piattaforma digitale e formare personale interno per una maggiore professionalità della PA. E’ uscito recentemente un concorso pubblico per il reclutamento di ingegneri in ambito civile ed uno di essi potrà entrare a far parte del settore Viabilità dell’AASLP al fine di implementare ulteriormente tali attività di monitoraggio e progettazione delle strade pubbliche.”.