Protocollo operativo in ambito sanitario tra Emilia-Romagna e San Marino: la Regione approva il rinnovo dell’accordo all’unanimità

0
27

Una duplice e ulteriore conferma degli ottimi rapporti e delle intese in corso tra Regione Emilia-Romagna e la Repubblica di San Marino, in particolare in ambito sanitario: è quanto è stato ribadito recentemente, con il rinnovo del protocollo operativo di collaborazione tra le due realtà, siglato a San Marino a dicembre.

Prima la commissione Bilancio della Regione nella seduta del 23 gennaio e poi ieri, 31 gennaio, l’Assemblea Legislativa, hanno infatti approvato, entrambe le volte all’unanimità, il rinnovo dell’intesa fino al 2025.

Si tratta di un accordo di valore strategico rivolto a migliorare la qualità delle strutture sanitarie nei due territori e i servizi di cura e assistenza alle rispettive popolazioni, compresa la collaborazione tra professionisti e la condivisione di metodi, tecniche e strumenti organizzativi.

“Ringrazio l’Assessore Donnini e tutta l’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna per aver approvato all’unanimità l’accordo tra le nostre due realtà. L’intesa rappresenta un tassello fondamentale per le conseguenze favorevoli verso gli assisiti sammarinesi – afferma il Direttore Generale ISS Francesco Bevere -. Tra gli aspetti di reciprocità inserito in questo accordo, voglio ricordare la collaborazione nei campi della ricerca scientifica e dello sviluppo tecnologico, nonché lo scambio di professionisti e di prestazioni sanitarie, anche a favore di cittadini emiliano-romagnoli. L’avvenuta ratifica di questo importante accordo intesa – continua il Direttore dell’ISS – assieme a quelli già raggiunti con altre realtà ed eccellenze italiane nel campo della ricerca e della cura, documentano gli atti avviati e compiuti dall’ISS per rispondere alle esigenze della popolazione e nel contempo garantire l’efficacia degli interventi sanitari, l’efficienza produttiva delle strutture ISS, a salvaguardia dell’universalismo dell’intero sistema di assistenza, in campo sanitario e socio-sanitario”.