Ambulatorio chiuso e difficoltà dei Centri Sanitari, lo Sportello Consumatori ha chiesto un incontro urgente

0
32
Nurses wearing protective masks against Coronavirus aboard an ambulance from the hospital's emergency room ''Poliambulanza of Brescia'', Brescia, Italy, 24 February 2020. ANSA / Filippo Venezia

“L’Associazione Sportello Consumatori, nel portare avanti i diritti dei cittadini utenti, esprime profonda preoccupazione per la situazione della medicina di base sammarinese, alla luce delle notizie che attestano la chiusura dell’ambulatorio di Acquaviva, accorpato al Centro salute di Borgo Maggiore, la riduzione del personale medico in altri centri e il perdurare di disservizi e gravi difficoltà di comunicazione che tanti cittadini lamentano.”

Inizia così la lettera che il Presidente dello Sportello Consumatori Ivan Toni ha inviato oggi al Comitato Esecutivo ISS e al Direttore delle Cure Primarie.

“Pertanto – prosegue la lettera – siamo a richiedere un incontro in tempo brevi innanzi tutto per comprendere in maniera approfondita le ragioni di questa situazione di grave difficoltà, e per sollecitare l’adozione di tutte le misure organizzative per ripristinare il pieno funzionamento di tutti i Centri sanitari della Repubblica, che rappresentano il primo e fondamentale presidio territoriale per la tutela della salute, il bene più prezioso per ogni abitante del nostro paese.

Non è accettabile che le problematiche occorse al sistema sanitario e le situazioni che riguardano i singoli medici e il personale infermieristico si traducano nella sospensione dell’attività di un intero ambulatorio, e nel persistere di difficoltà nelle comunicazioni telefoniche e in generale nella fruizione dei servizi medico-sanitari della medicina di base.”

Lo Sportello Consumatori ritiene che, dopo aver superato la fase acuta della pandemia da Covid-19, si debba ripartire con un sistema sanitario territoriale pienamente operante ed efficiente, per affrontare con la dovuta tempestività e senza ulteriori disagi tutte le problematiche di salute degli utenti. Si attende ora una risposta in tempi brevi con la convocazione dell’incontro richiesto, in cui farsi portavoce dei diritti dei cittadini utenti.