Patrick Zaki spostato in un’altra stazione di polizia, il 15/2 udienza sul suo caso

E' in condizioni di detenzione "meno favorevoli" ma "non è stato maltrattato"

0
11

Patrick George Zaki è stato trasferito dalla stazione di Polizia di Mansura-2 a un’altra stazione, Talkha, a breve distanza. Ne dà notizia l’ong Eipr. La famiglia e i legali di Eipr hanno potuto visitarlo nel pomeriggio per meno di un minuto. È in condizioni di detenzione “meno favorevoli” rispetto all’altro luogo, riferiscono, ma “non è stato maltrattato”.

La Procura di Mansoura, in Egitto, ha fissato a sabato 15 febbraio un’udienza che raccoglie l’appello dei legali di Patrick George Zaki contro l’ordinanza dell’8 febbraio in cui le autorità egiziane hanno deciso di trattenere in custodia per 15 giorni il ricercatore egiziano studente di Bologna.

Si terrà lunedì 17 febbraio a Bologna il grande corteo organizzato dalla comunità studentesca dell’Università di Bologna per chiedere il rilascio di Patrick George Zaki, lo studente egiziano che nel capoluogo emiliano segue un master e che è stato arrestato venerdì all’arrivo al Cairo ed è tuttora detenuto con l’accusa, tra le altre, di istigazione al rovesciamento del regime.

Dopo il faro Ue acceso, con il richiamo di David Sassoli, oggi la Conferenza dei rettori italiani esprime preoccupazione per il destino di Patrick, “a pieno titolo – scrivono – parte della comunità universitaria italiana ed europea”. I rettori sollecitano e seguono le concrete iniziative del Ministero degli Affari Esteri già in atto “a tutela dei valori di civiltà che costituiscono il proprium della vita universitaria”.

Mobilitazione in tutta Europa. La data dell’iniziativa di Bologna è stata annunciata da Anna Zanoli, presidente del Consiglio studentesco dell’Alma Mater. Il corteo partirà lunedì alle 18 dal rettorato e si concluderà a Piazza Maggiore. In prima fila insieme agli studenti, ai colleghi di master di Patrick, ci saranno il sindaco Virginio Merola e il rettore di Bologna Francesco Ubertini. L’auspicio degli organizzatori è di una grande partecipazione di tutti i cittadini. “Abbiamo ricevuto moltissimi messaggi di solidarietà”, dice Zanoli.

Tra venerdì e sabato presidi e flash mob si terranno a Berlino, Pescara, Padova e Milano.

Fonte ANSA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here