Carisp: Cda fiume su eventuali azioni di responsabilità delle passate gestioni

0
11

San Marino. Un Cda fiume, iniziato alle 18.30 di ieri e proseguito tutta la notte, fino alle 4 di mattina. Dieci ore di riunione non stop, a testimonianza del momento delicato che sta vivendo Carisp, alla luce delle importanti scelte da compiere. Una fra queste, da tempo annunciata, riguarda eventuali azioni di responsabilità nei confronti della precedente gestione. E pare che sia stato proprio questo il tema al centro del dibattito. Non sono mancate tensioni. La questione è di competenza dell’Assemblea, fissata per il 18 febbraio. Se ne parla da tempo. A settembre lo aveva annunciato la maggioranza in Consiglio, rimarcando resistenze interne. Sul tavolo del Cda, dunque, sono approdate le relazioni dei due legali incaricati di approfondire posizioni ed eventuali episodi di mala gestio. Da capire quanto indietro nel tempo si intende andare e il perimetro di analisi.
Sulle relazioni – improntate, dicono, sulla massima prudenza – c’è grande riserbo.
Nel frattempo, sul fronte politico, si procede con l’approfondimento dei curriculum dei candidati a ricoprire il ruolo di amministratore delegato. Chiusa la fase dei colloqui, sono in corso verifiche tecnico giuridiche. Si deve fare in fretta, dato che il 18, giorno del l’Assemblea, c’è l’intenzione di sostituire un membro della maggioranza nel cda proprio con la figura individuata e alla quale verranno conferiti importanti incarichi. Degli otto candidati, sei hanno dato la loro disponibilità. Si tratta di professionisti di altissimo livello e per il decisivo ruolo che l’amministratore delegato dovrà ricoprire nella banca dello Stato, verranno valutate le esperienze positive nella ristruttura bancaria.  (Fonte: San Marino RTV)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here