La società francese Lunalogic lancia la sua offerta per il salvataggio e il rilancio di Banca Cis

0
46

Importanti spiragli finanziari si prospettano a San Marino. In queste ore si sta concretizzando, infatti, l’offerta della società francese Lunalogic, importate gruppo francese con sede a Parigi per il salvataggio e quindi il rilancio della Banca Cis di San Marino. L’istituto di credito “Banca Cis” è in amministrazione straordinaria, a causa di passività e crisi di liquidità, con crescente preoccupazione per la sua tenuta economico-finanziaria a breve termine. Il rischio è quindi la concreta possibilità che si verifichi una grave crisi di sfiducia da parte dei risparmiatori del sistema bancario sanmarinese, non già ai massimi livelli, con ulteriore conseguenza quella della necessità dell’intervento statale per il risanamento debitorio. Le ricadute sarebbe anche occupazionali visto che, se l’istituto bancario dovesse fallire, circa gli 80 dipendenti oggi presenti verrebbero lasciati casa, mentre nel piano industriale di Lunalogic è previsto il mantenimento dell’attuale forza lavoro e l’assunzione di ulteriori 15 unità nei prossimi due anni.

Nello specifico dell’offerta presentata l’azienda francese è specializzata in gestione di grandi capitali quali Wealth Management e Private Banking con una particolare vocazione per l’innovazione e la digitalizzazione dei sistemi finanziari.

Inoltre Lunalogic punta gran parte del suo core business sullo sviluppo e sull’innovazione. A partire, visto che è un gruppo al femminile, dalla propria strutturazione interna. Lunalogic, realtà aziendale guidata da Fadila Palmer, è alto membro di Finance Innovation creato dal Ministero del Tesoro francese per innovare il sistema finanziario francese.

Lunalogic ha già presentato un piano industriale dettagliato alla Banca Centrale di San Marino. Martedì 25 giugno si dovrebbe tenere un primo incontro fra gli acquirenti e Banca Centrale per analizzare l’offerta e comprendere la strategia e la formulazione dell’offerta d’acquisto.

Lunalogic è stata attratta dalla particolare organizzazione e dalla particolari dimensioni di Banca Cis. Una banca in Europa di dimensioni contenute e quindi, in sintonia con la filosofia aziendale Transalpina, facilmente innovabile in uno dei contesti territoriali regionali, quello dell’Emilia Romagna, tra i più ricchi ed evoluti d’Europa.

Comunicarto stampa

da Media Romagna – Press@mediaromagna.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here