Lavoratori del commercio, trasporti e logistica: la sicurezza dei dipendenti passa tramite i controlli severi

0
20

RSM 16 marzo 2020 – Desideriamo esprimere la massima solidarietà a tutti i lavoratori pubblici e privati dei servizi essenziali, che stanno operando in questa difficilissima situazione: in primis al personale medico e paramedico che sta combattendo in prima linea questa drammatica battaglia, ma non vanno dimenticati i lavoratori del settore commercio, trasporti e logistica che, con il loro impegno ed abnegazione, stanno assicurando ai cittadini sammarinesi i rifornimenti alimentari e di generi di prima necessità. La FULCAS-CSU vuole esprimere a tutti loro un sincero ringraziamento e un forte sostegno, considerando che le attività da loro svolte sono, analogamente ad altre categorie, tutt’altro che esenti da rischi per la salute, essendo costantemente a contatto con i clienti e quindi soggetti a potenziale contagio.

Per la FULCAS-CSU è fondamentale, in questo contesto di emergenza sanitaria, la massima attenzione da parte delle Direzioni e dei Responsabili aziendali: in base alle normative vigenti è loro responsabilità mettere a disposizione puntualmente e costantemente ai lavoratori i dispositivi per la loro sicurezza e provvedere ad attivare – nelle attività commerciali tutt’ora operative – tutto quanto necessario a garantire la massima sicurezza dei lavoratori e dei clienti per tutto l’orario di apertura al pubblico. Per la CSU sarà determinante accertare il rigoroso rispetto della distanza di sicurezza dei clienti, intervenendo tempestivamente quando queste basilari norme di sicurezza non vengono osservate.

Invitiamo il Governo e le forze dell’ordine affinché a loro volta provvedano ad attivare controlli riguardo al rispetto delle norme di sicurezza (osservanza della distanza di sicurezza dei clienti nei confronti degli operatori e degli altri clienti, contingentamento degli ingressi, etc.) nei diversi punti vendita della grande e piccola distribuzione aperti e l’effettivo adeguamento dei presidi di sicurezza in dotazione ai lavoratori (mascherine, guanti, disinfettanti, etc.).

Abbiamo purtroppo ricevuto alcune segnalazioni circa situazioni di mancato rispetto delle normative di sicurezza, in particolare riguardo alla distanza minima di 1 metro, all’interno dei supermercati: qualora quanto riferito corrispondesse al vero, sarebbe una gravissima omissione rispetto alla salvaguardia della salute dei lavoratori e dei cittadini.  A questi ultimi rivolgiamo un accorato appello affinché tutti rispettino scrupolosamente la distanza e le norme di sicurezza, e ribadiamo agli Organismi di controllo la nostra richiesta di eseguire verifiche rigorose e constanti.

Qualora vi fossero dipendenti del commercio, così come di altri settori, che non se la sentono di svolgere il proprio lavoro, per la preoccupazione per la propria salute e per quella dei propri cari, riteniamo che – nonostante il commercio dei generi alimentari e di prima necessità sia considerato tra i servizi essenziali – tali lavoratori debbano far valere il diritto sancito nel D.L. 51/2020 di essere esentati dal servizio e, ovviamente, non dover subire alcun tipo di ritorsione, sotto qualsiasi forma, da parte dei datori di lavoro.

La FULCAS e l’intera CSU seguono con estrema attenzione l’evolversi della situazione e proseguono nel loro impegno finalizzato ad assicurare a tutti i lavoratori di tutti i settori, che operano in questo periodo di emergenza sanitaria, il rispetto puntuale delle disposizioni di Legge e degli obblighi dei datori di lavoro, a garanzie e tutela della loro salute.

L’impegno di tutti, con senso di responsabilità e trasparenza, ci aiuterà a superare questo momento critico e contribuirà a evitare la diffusione di questo pericoloso virus.

FULCAS-CSU

Federazione Unitaria Lavoratori Costruzioni, Alberghi e Servizi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here