OSLA:  Lavoro agile, ora sia agile anche il completamento della norma

0
15
Promuovi il tuo sito

OSLA plaude all’approvazione del Pdl sullo smartworking in Consiglio e invita tutte le parti sociali ad impegnarsi per sottoscrivere l’accordo ivi previsto nel più breve tempo possibile.

OSLA esprime soddisfazione per l’approvazione da parte del Consiglio Grande e Generale della legge sullo smartworking o lavoro agile.

La nostra associazione è stata pioniera di questo importante strumento nella Repubblica di San Marino, sottoscrivendo a fine 2017 un accordo con la CSU per consentire all’azienda AC&D Solutions, società di San Marino che offre servizi di consulenza professionale e soluzioni nell’Information Technology e Marketing Digitale, di poter usufruire delle prestazioni dei propri dipendenti anche senza che essi si recassero in ufficio fisicamente.

Consci della necessità di fissare regole chiare per tutti, la nostra associazione ha sollecitato più volte la politica nei mesi scorsi. Finalmente gli appelli sono stati raccolti dal Consiglio Grande e Generale.

Ma accanto alla soddisfazione c’è una punta di amarezza. Infatti, la legge non è subito applicabile. Questo perché all’interno del testo è demandato alle Organizzazioni datoriali e sindacali giuridicamente riconosciute la definizione di un apposito accordo interconfederale da stipularsi entro il 31 dicembre 2020 che definisca nello specifico la procedura da osservarsi per la stipula dei singoli accordi aziendali. Se questa intesa tra datori di lavoro e sindacati non si raggiungerà per quella data, sarà il Congresso di Stato ad intervenire con un apposito decreto delegato.

Nel tavolo creato dal Governo per discutere della legge, OSLA aveva espresso l’auspicio che le modalità di svolgimento del lavoro agile venissero definite direttamente all’interno del Pdl. Questo avrebbe consentito di procedere in maniera più spedita al fine di rendere immediatamente attuativa la norma.

OSLA è ovviamente pronta a lavorare a spron battuto per giungere nel più breve tempo possibile al completamento della legge e sollecita tutte le parti sociali affinché l’accordo di cui sopra venga inserito tra la priorità da affrontare.

Infine auspichiamo che il livello di confronto che le Segreterie di Stato competenti hanno adottato per questo Pdl sia mantenuto anche per le prossime importanti leggi e provvedimenti che andranno adottate, a partire dal bilancio previsionale 2021.

San Marino 9 novembre 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here