La Dc sulla Casa di riposo: quando la verità viene a galla

0
26

San Marino. I familiari hanno ragione. Le loro accuse sulla disorganizzazione della struttura, e le criticità evidenziate, sono state oggetto di un incontro fra Governo, Comitato Esecutivo e dalle Organizzazioni Sindacali – con la presenza di alcuni operatori – che ha determinato la durissima uscita sulla stampa del Segretario Generale di CSDL. Il Segretario alla Sanità Franco Santi, che solo pochi giorni fa aveva replicato alle denunce dei familiari, dichiarando che le stesse erano “affermazioni non veritiere e diffuse in maniera fuorviante”, e che alle nostre denunce di immobilismo e di incapacità di gestire le problematiche del settore sanitario aveva affermato che il Gruppo Sanità DC “ha preso un grande abbaglio”, viene apertamente sconfessato anche dal Sindacato, che afferma che il governo “sta parlando del nulla e che non c’è la volontà di risolvere le criticità evidenziate”. Di fronte a questi fatti, dignità vorrebbe che il Direttore della struttura, il Comitato Esecutivo ed il Segretario alla Sanità presentassero le immediate dimissioni.

Altroché abbaglio, la verità, finalmente è venuta a galla. Ma, siccome, sappiamo che non c’è dignità e nessuno si dimetterà, pensiamo ai famigliari, agli operatori, ma soprattutto agli anziani e ammalati ospitati. Sappiamo però, che un Partito serio come la Democrazia Cristiana, che in passato ha avuto anche la gestione della sanità, non si può limitare a sollevare critiche e polemiche, ma deve formulare proposte. È assolutamente urgente, dunque, che si proceda a dare almeno queste risposte immediate:

  • Verifica dei carichi assistenziali e adeguamento del personale ai bisogni degli ospiti;
  • Riorganizzazione e centralizzazione della cucina dell’ospedale, per la fornitura dei pasti a tutte le strutture dell’ISS – anche decentrate – e non solo per l’ospedale;
  • Riappropriazione della gestione dei bandi di selezione da parte dell’ISS, togliendo l’esclusività alla società Casale la Fiorina r.s.l.;
  • Istituzione di uno sportello esclusivamente dedicato alle esigenze degli anziani;
  • Apertura di un centro diurno presso il Casale la Fiorina per migliorare i rapporti tra ospiti residenti, ospiti diurni e cittadinanza;
  • Piano decennale per far fronte ai problemi della terza età, al fine di rafforzare le risposte territoriali e alleggerire l’ospedalizzazione degli anziani.

Tutti i progetti indicati erano già in fase di studio avanzato nella scorsa legislatura, sono stati lasciati alla Segretaria di Stato nel passaggio di consegne, e sono tutti agli atti del Comitato Esecutivo. Non è più il momento delle polemiche, ma di risposte concrete da parte del Governo in carica.

Il Gruppo Sanità PDCS

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here