Aperti i lavori del Consiglio di ottobre

0
27

San Marino. La lunga sessione consiliare di ottobre si è aperta stamane con l’indirizzo di saluto degli Ecc.Mi Capitani Reggenti Mirko Tomassoni e Luca Santolini in occasione della Prima seduta del Consiglio grande e generale. Dalla Reggenza, tra l’altro, viene rivolto un richiamo ai consiglieri affinché si sentano “responsabilmente impegnati a superare logiche che esasperano conflittualità e divisioni e innalzano il livello di tensione e di scontro nel nostro Paese”.

Quindi ha preso la parola il consigliere Tony Margiotta per motivare le dimissioni da Ssd  e rigettare “l’etichetta del traditore”.  “Io credo – manda a dire – che traditore non sia colui che prenda una decisione diversa dalla tua, ma traditore è chi resta accanto te non esternando quello che veramente pensa. Sono stato etichettato anche come colui che scappa dalle responsabilità. Io me le prendo le responsabilità, dando le mie dimissioni dal gruppo Ssd e dalla maggioranza”. Infatti, “Questi due anni in maggioranza li ho vissuti con responsabilità di governo – prosegue – e proprio alla luce di questa responsabilità vedo che abbiamo creato una tensione sociale che nella storia sammarinese non si è mai verificata. Associazioni di categoria, movimenti sindacali, ordini di professionisti, P.A., opposizioni, cittadini…. tanti avversari”.  Non solo: il consigliere boccia l’azione dell’esecutivo rispetto a quanto promesso dal programma elettorale della coalizione: “Questo programma non è stato attuato – incalza – non è stato perseguito”. L’intervento di Margiotta ha dato il via al dibattito consiliare: il Segretario di Stato Guerrino Zanotti ha riferito sulla missione a Bali della delegazione sammarinese al Meeting di Fmi e Banca mondiale. Diverse sono state, a livello bipartisan, le riprese dell’appello della Reggenza da parte dei consiglieri, in particolare da parte di Giuseppe Maria Morganti, Ssd e Gian Carlo Capicchioni, Psd.

SMNA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here