“Abbracci per chi soffre”: originale protesta a Teheran

0
31

Milano, 20 ott. (askanews) – “Abbracci per chi soffre”. La protesta contro il governo iraniano assume nuovi volti. Oltre alle manifestazioni nelle strade, ora spuntano ragazze sole o a gruppi, che offrono abbracci. Il simbolo della rivolta è il velo, che le iraniane sventolano durante le proteste scoprendo i capelli. Velo che rappresenta l’oppressione del governo nei confronti delle donne costrette a seguire regole che limitano la loro libertà. E per chi non le segue le conseguenze possono essere fatali, come per Masha Amini, la ragazza morta dopo essere stata arrestata della polizia religiosa per aver indossato male il velo, la cui morte ha dato il via alle proteste.