Taekwondo San Marino: gli atleti bianco-azzurri battono il Covid-19

0
16

Dopo le belle prove di combattimento della squadra ad inizio anno, a Busto Arsizio (VA), all’Insubria Cup 2020 e allo Slovenia Open di Lubiana, che avevano fornito ottime premesse per la stagione, con altri 3 bronzi conquistati dai giovanissimi Luca Borghini (6° kup -73 kg Junior) e dai Cadetti B (anno 2010) Giulia Maria Barulli (3° kup -27 kg) ed Alessandro Giovagnoli (6° kup -49 kg), facendo raggiungere al medagliere 217 trofei complessivi (64 ori – 69 argenti e 84 bronzi) e 2 coppe di squadra, purtroppo il team degli agonisti ha dovuto interrompere la stagione, per la nota vicenda coronavirus.

Questa pandemia ha fatto cancellare dai calendari tutti gli eventi, gare e competizioni dell’anno, comprese le gare di qualificazione europee all’Olimpiade, i XXXII^ Giochi Olimpici di Tokyo (che si disputeranno probabilmente nel 2021), così come è stata annullata la 1^ Edizione dei Campionati Europei dei Piccoli Stati di Taekwondo e l’esibizione del National Demo Acrobatic Team Coreano previsto a fine giugno, a Serravalle presso la Sport Domus.

Nonostante ciò e comunque osservando le ordinanze sanitarie previste in questo periodo, la squadra, guidata come sempre dal Coach nazionale Maestro Secondo Bernardi (5° dan), in vista degli impegni futuri, non si è persa d’animo, ma anzi ha continuato ad allenarsi a casa attraverso le video-lezioni in diretta streaming.

Ora finalmente, giunti al termine di questi tre mesi di inattività, i Decreti del Governo, il CONS e la FESAM a titolo sperimentale, hanno permesso la ripresa degli allenamenti direttamente in palestra agli atleti nazionali, ma con la presenza di soli 4 allievi alla volta più il Coach, che devono attenersi scrupolosamente alle prescrizioni igienico-sanitarie di distanza interpersonale di almeno 4 metri, sanificazione degli ambienti, attrezzature personalizzate e senza contatto fisico. L’impegno quindi sarà doppio per tutti gli insegnanti, soprattutto per il tecnico della squadra agonistica che, per ora e sino il 31 maggio, deve suddividere in gruppi più ristretti i suoi ragazzi. A partire dal 1° giugno dovrebbero cambiare le regole permettendo la totale ripresa della nostra bellissima arte marziale con tutti gli iscritti, grandi e piccoli, agonisti ed amatori, osservando sempre le regole di sicurezza sanitaria.

Nella ricorrenza del trentennale di fondazione del Club, dopo Mondiali, Europei, Universiadi, Giochi del Mediterraneo, Open Internazionali e tante gare Italiane di prestigio, anziché una stagione così anomala, avremmo sperato di schierare Michele Ceccaroni (ora 90° nel ranking mondiale) al prossimo evento clou: i XXXII^ Giochi Olimpici di Tokyo con una wild card.

Nulla è perduto e per questo tutto il Club con i suoi Maestri ed Allievi, assieme all’aiuto fondamentale del CONS e della FESAM, stanno lavorando alacremente per ottenere questi prestigiosi traguardi. >>

Giovanni UGOLINI (Presidente T.S.M.)

Foto: la squadra in allenamento durante il Covin-19

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here