Futsal Champions League: il Fiorentino litiga coi legni

0
16

Nella sua seconda avventura in Uefa Futsal Champions League, un Fiorentino caparbio e affatto rinunciatario paga dazio al superiore tasso tecnico dell’Omonia Nicosia, che davanti agli spalti vuoti del palazzetto di casa vince 6-0 aggiudicandosi il passaggio ai sedicesimi di finale. Ma in realtà il match resta bloccato sullo 0-0 fino ai secondi conclusivi del primo tempo, quando Manoli si inventa un superbo colpo di tacco che batte di breve distanza Geri, fin lì al limite della perfezione. C’è tanto Omonia nella prima frazione, ma c’è anche il Fiorentino. Che si costruisce alcune opportunità – con Pasqualini soprattutto – ma che in altre circostanze deve ringraziare il proprio portiere e anche i legni, sui quali sbattono ad esempio le conclusioni di El Kebbe e Preà.

Ad un primo tempo tanto tirato fa da contraltare un inizio di ripresa shock per i ragazzi di Fallini. Che incassano due reti nello spazio di pochi secondi. La scena va a Renan Mantelli: il capocannoniere della scorsa edizione della Uefa Futsal Champions League (16 gol totali, sempre con la maglia dell’Omonia), che già aveva confezionato l’assist per il colpo di tacco di Manoli, va a segno con una puntata micidiale su cui Geri nulla può; ma questo soltanto dopo aver costruito un’altra assistenza vincente per Alexiou, cui basta farsi trovare al posto giusto al momento giusto per il tocco ravvicinato che vale il provvisorio 2-0.

È un Fiorentino che però non si scioglie. Anzi, la risposta dei rossoblù arriva a stretto giro ed è un palo di Pasqualini su botta mancina da schema d’angolo. Qualche minuto più tardi, Maiani ruba palla nella propria metà campo e si invola solitario verso la porta di Skampylis, battuto dalla conclusione del nazionale sammarinese ma salvato anche stavolta dai legni. Che è il Fiorentino meriti almeno la gioia del gol è lampante. Invece arrivano altre reti dell’Omonia, a sancire un verdetto un po’ troppo severo per i volenterosi e coraggiosi ragazzi di Fallini. Dopo un altro legno, stavolta colpito da Manoli, arrivano le reti di Preà (bomba di destro che dà l’illusione ottica della traversa, ma è dentro) e di Manoli (puntata dai sei metri), quest’ultimo in grado di chiudere il pomeriggio con una doppietta. Il sigillo è invece di El Kebbe, cui non resta che girare palla in rete dopo una giocata da applausi dello stesso capitan Manoli.

Non in campo ma comunque “sul” campo, mercoledì scorso, anche il Delegato Uefa Massimo Nanni, designato per il derby tra i kosovari del FC Prishtina – padroni di casa – e gli albanesi del KF Tirana. Anche in questo caso si giocava per il Turno Preliminare della Uefa Futsal Champions League. E anche in questo caso, come per la gara del Fiorentino, è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Diego Armando Maradona. Per la cronaca, questo affascinante derby si è poi risolto con la vittoria del Prishtina per 3-0.

Uefa Futsal Champions League, Preliminary Round | Omonia Nicosia – Fiorentino Futsal 6-0

OMONIA NICOSIA

Skampylis, Mantelli, Preá, El Kebbe, Ioannou

A disposizione: K. Stylianou, Panayi, Lakoufis, Alexiou, C. Stylianou, Iacovou, Skoufaris, Manoli, Karayiannis

Allenatore: Constantinos Christodoulou

FIORENTINO FUTSAL

Geri, Maiani, Righi, Pasqualini, Michelotti

A disposizione: Gasperoni, Gabrieli, Di Paolo, Carlini, Giacobbi, Contato

Allenatore: Stefano Fallini

Arbitro 1: Omar Rafiq (NOR)

Arbitro 2: Telmen Undrakh (NOR)

Arbitro 3: Yiangos Yiangou (CYP)

Cronometrista: Georgios Kozakos (CYP)

Ammoniti: Di Paolo

Marcatori: 20’ e 33’ Manoli, 21’ Mantelli, 21’ Alexiou, 31’ Preá, 35’ El Kebbe