Europei dei Piccoli Stati di Atletica Leggera, ecco i primi risultati

0
33

Si sono aperti alle 14 con la Cerimonia d’Apertura condotta da Chicco Giuliani (Radio Deejay) e da Federico Bini, con i saluti delle istituzioni sammarinesi e le esibizioni del corpo di ballo di “Deejay On Stage” e della cantante Silvia Cecchini i Campionati Europei di Atletica per Piccoli Stati 2020 di San Marino.

La Repubblica di San Marino ospita infatti oggi l’edizione numero 3 dei Campionati Europei rinviata lo scorso anno a causa dell’emergenza sanitaria.

Sono più di 170 gli atleti al via da 15 nazioni diverse: Albania, Andorra, Armenia, Cipro, Georgia, Gibilterra, Kosovo, Liechtenstein, Lussemburgo, Moldavia, North Macedonia, Malta, Montenegro, Monaco e San Marino alle quali, come annunciato, si aggiunge in veste di ospite l’Athletica Vaticana!

Nella prima gara in programma, quella del lancio del giavellotto maschile, la parte della star l’ha fatta il moldavo Andrian martedì dare tra i primatisti mondiali assoluti e indiscusso re della competizione sammarinese: il suo 84.54 vale l’oro. Quarto posto per il sammarinese Lorenzo Muraro.

La più grande soddisfazione per San Marino arriva dai 400m ostacoli che in rapida successione regalano il bronzo a Beatrice Berti che chiude con 1.03.37 alle spalle delle portacolori di Moldavia e Cipro. Nella gara maschile l’oro di Andrea Ercolani Volta che firma un ottimo 53.02 e si mette alle spalle il cipriota Vasileiou e il moldavo Esanu.

Medaglia d’argento strepitosa per Francesco Sansovini sui 100 metri maschili chiusi con il tempo di 10,72 (record personale), un decimo in più del cipriota Stavros Avgoustino che ha vinto l’oro e 4 millesimi in meno del bronzo macedone Jovan Stojoski.

Nel salto in alto rosa con la misura di 1,65 Melissa Michelotti è d’argento dietro alla montenegrina Vukovic e davanti alla lussemburghese Lanners.

Nei 100 femminili spicca il risultato di Alessandra Gasparelli che nonostante la giovanissima età chiude quinta a soli 4 millesimi dal podio (12.17, record sammarinese allievi e under23) sul cui gradino più alto è salita la lussemburghese Van Der Wek che ha poi firmato il bis d’oro anche sui 200m dove le sammarinesi Alessandra Gasparelli e Rebecca Guidi (record personale) hanno chiuso al nono e decimo posto.

Nei 200m maschili oro al cipriota Beechey con 21.54, settimo posto con 22.29 per Francesco Sansovini che aveva vinto la sua batteria, decimo Davosi.

Negli 800 metri femminili oro albanese con Relaska Dauti in 2.16.02, quinto tempo per la sammarinese Giulia Orsi mentre negli 800 metri maschili la vittoria è andata al cipriota Stavrov Spyrou con il tempo di 1.50.99.

Nel salto in lungo femminile oro alla maltese Claire Azzopardi che ha superato di 2cm i 6 metri. Nono posto per Lucia Casali con 4.99, undicesimo per Giulia Gasperoni con 4.84 mentre i 5.01 di Alessia Selva, fuori gara, sarebbero valsi il nono posto davanti alla connazionale.

Alle 16.30 al via la gara di salto in alto maschile con il sammarinese Eugenio Rossi. A seguire sono in programma i 400m maschili e femminili, il salto in lungo maschile, le gare di getto del peso e i 3000m maschili e femminili.

In chiusura spazio alle “staffette svedesi”. Alle 19 il via alle premiazioni e alla Cerimonia di Chiusura.

Lo Stadio di Serravalle ha ospitato, in sicurezza, un pubblico di quasi 200 persone. La manifestazione è in diretta streaming su www.sanmarinortv.sm/programmi/web-tv-sport e su www.atleticalive.it oltre che sul Canale 93 del ddt.