Supereroi contemporanei

La forza e il messaggio delle tre mostre allestite a Palazzo Graziani, aperte al pubblico fino al 31 marzo prossimo

Supereroi contemporanei

Francesco Chiari e la “Politica da cabaret”
Nel giorno della Memoria, siamo ancora tutti razzisti!
Buon Natale (dis)Unione Europea!

San Marino. Il ‘900 è senza dubbio l’era artistica più complessa ed eterogenea che conosciamo e che anche nel terzo millennio continua ad evolversi, a rimpastarsi, a rimescolarsi in un groviglio di colori, forme e mix&match di varie espressioni, grazie anche alla tecnologia e all’informazione moderne, che al netto di tutte le distorsioni e i fenomeni sociali a cui si prestano, rendono l’arte istantanea e condivisibile, dunque si sa, maggiore è il bacino d’utenza potenziale, maggiore è la possibilità che la forza della bellezza accorra a salvare il mondo dal male, come accadeva ma in modo cruento nei fumetti Marveliani.
E chi meglio dell’artista contemporaneo può assurgere al ruolo di supereroe moderno per portare gli uomini comuni ad interrogarsi, a riflettere sul perché delle cose, ad affrancarsi dall’eccessivo personalismo che appena si diffonde tra pochi individui di una comunità, innesca subito l’effetto domino che annichilisce il senso comunitario stesso?
Questa è la forza del messaggio che ho colto ieri a San Marino all’inaugurazione, presso Palazzo Graziani, della quarta edizione di CRISLESS che dopo aver nel dicembre 2016 tenuto a battesimo il movimento artistico NEOSIM, oggi mostra le armi pacifiche dei FANTASTICI 4, persone comuni che grazie alla contaminazione da radiazioni artistiche, a seguito di un’esplosione in laboratorio della propria sensibilità, hanno acquisito il super potere di rimandare le emozioni attraverso le proprie opere, sconfiggendo così l’indifferenza, l’apatia e lo smog depressivo tipico delle nostre routine quotidiane.
Il vernissage di NEOSIM & I FANTASTICI 4, in mostra fino al 31 Marzo, mi ha trasmesso infatti grande armonia nel complesso, attraverso forme rotonde, materne e frivole al contempo, colori netti e vitali, passionali ma anche delicati, dove i 4 supereroi tutti locali, mettono ognuno a disposizione del gruppo il proprio super potere, creando un raggio di bellezza in grado di salvare il mondo se unito ai tanti altri raggi che possono scaturire da tutti i luoghi della terra, il tutto accompagnato da un quinto super potere, l’espressione sonora degli Es Nova.

È chiara la provocazione lanciata da Alberto Rino Chezzi, Thea Tini, Gabriele Gambuti e Antonio Lengua, col coordinamento artistico del bravo e competente curatore Luca Bezzetto: Il bene è già in noi e in tutto ciò che ci circonda, dobbiamo solo scorgerlo, coglierlo e viverlo mettendoci a nudo grazie all’arte, alla natura e alla conoscenza, in una parola grazie alla bellezza.

Incredibile infatti la suggestione provata di fronte alla prima Notre Dame des Artistes (Nostra Signora degli Artisti) collocata nell’antica cisterna del grano di Palazzo Graziani che mi ha nuovamente suscitato quel soffio cangiante al petto, proprio come quando vidi nella precedente edizione di CRISLESS per la prima volta The Guardian Angel (L’angelo custode) e mi feci subito avvolgere dalle sue ali blu.

Dunque una volta di più ribadisco l’eccezionale potenziale che ha la nostra Repubblica di San Marino nell’accogliere eventi di grande caratura in location spettacolari fruibili dal grande pubblico, in un connubio perfetto tra arte e turismo, altro paradigma a noi naturale, che pone un tassello importante anche per il rilancio della nostra economia.

Francesco Chiari      

COMMENTS