Previsioni meteo: il freddo concede una breve tregua

Presto il termometro avrà un nuovo crollo verticale

Previsioni meteo: il freddo concede una breve tregua

Meteo: in arrivo il freddo, senza neve!
Meteo: weekend instabile, in attesa di un ritorno del freddo
Previsioni meteo: cambia tutto per il week end

Giornata di relativa TREGUA quella odierna, un lembo dell’alta pressione a ovest dell’Italia, riuscirà a mantenere condizioni di moderata stabilità atmosferica con temperature in lieve ed ulteriore ripresa nei valori massimi. Sarà tuttavia solo una breve parentesi in quanto all’orizzonte si preannuncia un nuovo CROLLO VERTICALE dei termometri. Vediamo quando e quali saranno le zone maggiormente colpite da questa nuova ondata d’aria fredda.

Nonostante l’insistenza di gelate notturne al nord e su alcune aree interne del centro, le temperature stanno leggermente aumentando, complice l’attenuazione temporanea dell’afflusso d’aria fredda. Fra domani, martedì 8 e mercoledì 9 gennaio, ecco che l’alta pressione torna a salire di latitudine innescando l’ennesima discesa di venti freddi che colpiranno nei prossimi giorni tutta la regione italica. È una situazione molto simile alla precedente, che svilupperà il freddo in modo abbastanza omogeneo su gran parte d’Italia ma produrrà effetti negativi anche dal punto di vista meteo specialmente al centro sud.

Gioco forza, specie fra mercoledì e giovedì, le temperature torneranno a calare sensibilmente. Sulle centrali adriatiche e su parte del sud torneremo ad avere valori massimi di poco superiori allo zero mentre al nord, il grande freddo, si farà sentire in particolare di notte e in prima mattina con valori minimi ben al di sotto dello zero e conseguenti estese gelate. Anche su alcune aree interne del centro le temperature minime torneranno a tratti sotto lo zero come in Toscana, a Firenze e fino all’Umbria e nelle aree interne delle Marche. Su queste zone ci sarà però meno freddo di giorno grazie al discreto soleggiamento che riuscirà in parte a mitigare il gelo notturno.

 

COMMENTS