Dopo il Casale La Fiorina, la denuncia del persone del “Colore del grano”

Dopo il Casale La Fiorina, la denuncia del persone del “Colore del grano”

“Colonia Marina” a Pinarella di Cervia: la replica ISS
USC: bocciato il progetto unitario degli operatori per il prossimo Natale
USC denuncia: la Cassa di Risparmio non sostiene gli operatori

San Marino. Stanchi di essere operatori privi di considerazione e visti solo come individui sfruttabili privi di professionalità, gli OSS tutti sono pronti a denunciare situazioni incontrollabili mosse esclusivamente da un potere che tutela non l’utenza, meritevole di sostegno,  ma la politica dello stato che probabilmente è allo scuro di certi meccanismi interni nell’organizzazione del servizio; siamo oggi a raccontare quello che sta succedendo al ‘colore del grano’ più precisamente la questione ‘colonia marina’ sita a Pinnarella di Cervia . Quattro operatori OSS danno la loro disponibilità professionale ad accompagnare e seguire durante il soggiorno gli utenti interni ed esterni del servizio, nella sede della colonia, con le condizioni contrattuali dell’anno 2017, condizioni inizialmente confermate dalle confederazioni sindacali poi smentite dal uosd disabilità, affermando di volersi avvalere di una cooperativa italiana per abbattere i costi. La partenza dell’utenza è avvenuta domenica 24/06, il martedì 26/06 sono stati richiamati operatori ISS (colore del grano) per prestare il loro servizio in colonia nei momenti di alzata, pasti e messa a letto pomeridiana e serale invece di svolgere il loro lavoro in struttura, questo per sopperire alla mancanza di operatori della cooperativa italiana non pervenuti. Gli operatori ISS timorosi di ripercussioni si recano a Cervia con mezzi di servizio, trasferta e non possono rispettare il loro turno di lavoro perché i ritmi e le necessità di assistenza della vita quotidiana della colonia non corrispondono alla quotidianità del colore del grano, quindi i turni vengono prolungati non rispettando la contrattazione sindacale. Questo comportamento irrispettoso verso la nostra figura è stata l’ennesima dimostrazione della poca considerazione professionale e personale che la facente funzione e la dirigenza dà ai propri sottoposti. “La goccia che fa traboccare il vaso “ mai frase fu più veritiera per spiegare la nostra indignazione e il livello di frustrazione che stiamo vivendo quindi anticipiamo che questa nostra sarà la prima ma sicuramente non ultima comunicazione che invieremo ad organi informativi, sperando di poter essere ascoltati visto che fino ad oggi organi competenti ci hanno ignorato.
GLI OPERATORI OSS   ‘COLORE DEL GRANO’

COMMENTA L' ARTICOLO