Expo 2020 Dubai celebra i 50 anni gli Emirati Arabi Uniti con 4 giorni di eventi e performance culturali nei quali ha preso parte anche la Repubblica di San Marino

0
29

Riceviamo e pubblichiamo da San Marino Pavilion Expo Dubai 2020:

In occasione del 50esimo anniversario dalla nascita degli Emirati Arabi Uniti, Expo ha in serbo 4 giornate di grandi celebrazioni che si concentreranno a ridosso del weekend emiratino da mercoledí primo dicembre, per poi proseguire con il Giorno Nazionale degli Emirati Arabigiovedí 2 dicembre, in occasione del quale l’entrata sará gratuita a tutti e concludersi domenica 4 dicembre.

Come annunciato dal presidente degli Emirati Arabi Uniti, Sua Altezza lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, il 2021 è noto come “L’anno del 50esimo”. Commemorando i 50 anni dalla fondazione degli Emirati Arabi Uniti nel 1971, il 2021 si rivela infatti essere un momento unico per riflettere sul notevole viaggio dei suoi “Early Dreamers” mentre la nazione guarda ai prossimi 50 anni con la stessa audace ambizione.

Amna Abulhoul, il direttore creativo esecutivo di Expo, ha affermato che Expo ospiterà artisti di almeno 95 paesi del mondo e ogni giorno ci saranno grandi sorprese e colpi di scena. Sarà un fine settimana in cui si renderá omaggio alla gente di questa terra, gli Emirati Arabi Uniti, un territorio che si è trasformato cosí velocemente creando in solo 50 anni un incredibile bacino di scambio culturale ed economico.

Il 2 dicembre, la giornata inizierà con l’inno nazionale e una cerimonia dell’alzabandiera, seguita da un’esibizione di Al Azi, in cui si narreranno i 50 anni degli Emirati Arabi Uniti attraverso una poesia di 10 versi. Trasmessa su grandi schermi in diverse fasi del sito dell’Expo anche la grande celebrazione del Golden Jubilee ad Hatta, dove verrá svelata una grande scultura galleggiante, allestita nella diga di Hatta e circondata dalle montagne Hajar.

Anche San Marino ha attivamente preso parte alle manifestazioni per celebrare gli Emirati Arabi Uniti ad Expo 2020 Dubai. In primo luogo, la volontaria Martina Pelliccioni, al Jubilee Park ha partecipato all’evento “Love of Emirates”per presentare San Marino ai restanti 190 paesi, lasciando un messaggio di gratitudine al paese ospitante. Un momento di scambio significativo dove le culture di tutto il mondo si sono unite sotto lo stesso cielo, rendendo omaggio agli emirati Arabi Uniti.

In secondo luogo, il volontario Ettore Zonzini ha preso parte all’iniziativa “World Painting Project” presso il Padiglione del Kazakistan dove ha dipinto su una tela con colori ad olio il nostro Monte Titano.  Un momento per liberare la creatività ed esprimere attraverso l’arte i simboli della nostra terra.

E infine la volontaria Virginia Rossi ha portato la bandiera di San Marino nella lunga paratache ha convogliato ad Al Wasl Plaza, il centro nevralgico di Expo dove 191 paesi di tutto il mondo si uniranno in una coreografia colorata e sotto lo stesso cielo marcheranno la loro presenza all’Esposizione Universale di Dubai.