Dml: “Decreto sugli asset virtuali, provvedimento innovativo”

0
23

DOMANI – Motus Liberi plaude per la ratifica all’unanimità del decreto delegato sugli asset virtuali e per il consenso raccolto da tutte le forze politiche. Si tratta di un provvedimento che imposta regole chiare e certe, base normativa in un settore particolarmente innovativo che rappresenta una concreta opportunità per il tessuto socio-economico. Oggi San Marino è fra i primi Paesi ad offrire una normativa in questo settore, elaborata in diretta collaborazione con i soggetti coinvolti, che prevede la creazione di codici ATECO dedicati ed adeguati controlli che garantiscono, in discontinuità con il passato, una corretta operatività nell’ambito della custodia di asset virtuali. Crediamo che questo sia il giusto viatico per creare nuova economia ed opportunità di lavoro, attirando allo stesso tempo investitori in territorio.

Diversamente, riteniamo che la mera previsione di incentivi fiscali in ambito societario, non accompagnata da un serio progetto di riforma dell’intero comparto e mirato a snellire le procedure garantendo equità, sia un metodo di lavoro che non ci rappresenta.
La Segreteria di Stato all’Industria, Artigianato e Commercio è oggi impegnata in un delicato lavoro di sintesi, semplificazione e confronto con gli ordini professionali, con i quali sta elaborando una importante proposta di riforma, complessiva, della materia societaria: il deposito di testi di legge volti a favorire solo certi contesti rispetto ad altri, in mancanza di una progettualità di sistema, è una fuga in avanti poco utile al nostro comparto economico nel suo complesso.
Da sempre sosteniamo la necessità di impostare un metodo di lavoro che consenta la realizzazione di norme che non siano in contrasto fra loro, sviluppando una doverosa sintesi con i soggetti coinvolti: è bene che si intervenga su certe materie con la consapevolezza di quali possano essere le possibili conseguenze di un intervento, evitando di generare disparità o confusione senza addivenire a risultati concreti.

Del resto, comunque, non possiamo che apprezzare il fermento dimostrato di recente da tutte le forze politiche in Consiglio Grande e Generale, luogo reale di confronto e dibattito: il deposito frequente di progetti di legge su tematiche importanti e delicate crediamo faccia bene alla democrazia e soprattutto valorizzi l’impostazione e l’operatività di ogni forza presente sullo scacchiere, cui deve essere riconosciuta pari dignità rispetto ad ogni altra.