Champions League: Juventus-Lokomotiv Mosca 2-1

0
16

La ‘Joya’ (il gioiello) Dybala torna a luccicare anche in veste di goleador: la doppietta dell’argentino rimonta il vantaggio della Lokomotiv Mosca dopo 50′ di laboriosa e faticosi tentativi e la Juventus dà una mazzata alle speranze dei russi, facendo un balzo verso il passaggio del turno. Il primato del gruppo D diventa un affare a due tra i bianconeri e l’Atletico Madrid. La capolista russa fa il suo dovere ma alla fine ha ragione la Juve, sempre paziente e corretta in corsa da Sarri che per quasi un tempo intero mette insieme Ronaldo, Dybala e Higuain trovando la formula vincente. Sarri rinuncia al trequartista classico – Ramsey ai box, Bernardeschi in panchina, e a supporto di Ronaldo e Dybala, preferito a Higuain, inserisce a sorpresa Bentancur.

In pratica l’uruguaiano non potrà mai, nella partita, interpretare un ruolo da trequartista, contro la “densità difensiva” del Lokomotiv, giustamente messa in evidenza alla vigilia da Sarri. La capolista del campionato russo conferma una compattezza esemplare in fase difensiva, che costringe la Juventus a cercare l’aggiramento, manovra che riesce bene solo con Cuadrado sulla fascia destra. Howedes, una meteora in bianconero – 3 partite due anni fa prima di ripartire da Torino – risolve all’inizio le situazioni più spinose. E’ il tedesco a murare un destro di Cristiano Ronaldo che al 20′ manda alto, con un tocco di sinistro, un invitante cross di Cuadrado. CR7 scarica poi un destro centrale tra le braccia di Guilherme. Bonucci non trova il tempo per mandare in rete una punizione di Pjanic (23′) per fallo su Cuadrado. La Lokomotiv preferisce concentrarsi sulla fase difensiva e spinge in avanti pochi uomini. Ma riesce a trovare il varco su una palla spizzata a centrocampo che arriva a Miranchuk: il centrocampista si incunea tra Bonucci e Alex Sandro, serve Joao Mario: il tiro dell’ex interista è respinto da Szczesny, ma piomba ancora Miranchuk che spedisce il pallone sotto la traversa. C’è un brivido per la gamba destra un po’ troppo alta in acrobazia di Ronaldo: colpo alla testa del portiere Guilherme che resta a terra ma, dopo i soccorsi, riprende il suo posto.

Fonte ANSA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here