Campionato BKN301: Tre Fiori e Murata a secco, si rialza la Libertas

0
37

Dopo la prima sconfitta di ieri della Virtus capolista, Murata e Tre Fiori a Montecchio erano in cerca di punti preziosi per accorciare il divario dalla vetta. Alla fine ne è uscito un pari senza reti che mantiene comunque le due squadre sempre nella zona calda d’alta classifica. Nel posticipo delle 15:00 della dodicesima di Campionato BKN301 la prima occasione della gara arriva al quarto d’ora del primo tempo ed è per i Gialloblu di De Falco: sul lancio lungo verso l’area bianconera l’estremo difensore Gueye raccoglie la sfera al limite, con il Tre Fiori che lamenta un possibile rosso per il portiere del Murata – reo secondo loro di aver preso la palla fuori. Avoni non è dello stesso avviso che ammonisce Gueye e concede punizione dal limite dove ci prova Cecconi ma la conclusione è troppo debole. Il club di Fiorentino è più pimpante nella prima frazione ma sia Cecconi che Fedeli non trovano il guizzo giusto per sbloccarla. Sul finale di frazione è Ura che prova a sorprendere la retroguardia gialloblu mettendo un cross velenoso in area ma Bernardi a due passi dalla linea riesce ad allontanare il pericolo. Nella ripresa parte forte il Tre Fiori (56’) che avanza sulla sinistra con Ruocco poi la mette in mezzo, Gueye non esce al meglio però Gaiani è lucido e allontana la minaccia. La partita scorre veloce e si arriva così negli ultimi minuti. Al 79’ buona chance per il Murata con Ura che recupera sull’errore di Mazzotti e una volta arrivato in buona posizione calcia sul primo palo ma Nardi è attento e salva i suoi. Sul prosieguo dell’azione la risposta del Tre Fiori con il bel cross dalla destra che va a pescare il solitario Cecconi che però con il piatto non trova lo specchio da ottima posizione. Spinge la squadra di De Falco fino all’ultimo e al 84’ prima Gueye ci mette una pezza sul tentativo da corner poi richiede anche un rigore per un contatto in area su Cirrottola ma Avoni dice che si può continuare a giocare. A Montecchio termina dunque 0-0, con un punto a testa per Murata e Tre Fiori.

L’unica rete delle sfide delle 15:00 arriva al “Federico Crescentini” di Fiorentino ed è decisivo per il ritorno al successo della Libertas sulla Juvenes-Dogana. Meglio però la squadra di Serravalle nella prima frazione che al quarto d’ora va vicino al vantaggio con la girata di Riccardo Colonna che passa vicino al palo della porta di Elia Benedettini. La Juvenes-Dogana continua a spingere e al 35’ ha un’altra ottima occasione con Benedetti che calcia potente dal limite ma Benedettini respinge al meglio. La Libertas si fa vedere sul finale di tempo con la punizione dal limite di Barone che però termina alta sopra la traversa. La squadra di Amati continua a spingere anche nella ripresa senza però riuscire a trovare la giocata decisiva. I Granata di Sperindio allora ci credono e al 73’ vanno vicinissimo al vantaggio con la traversa colpita da capitan Barone con un gran destro da fuori. La Juvenes-Dogana non ci sta e sull’azione seguente ha la chance migliore sino a quel momento: cross dalla destra di Baldazzi per la testa di Stella che va a botta sicura ma Elia Benedettini è superlativo e respinge di piede anche questo tentativo. La solita “legge” del gol sbagliato-gol subìto colpisce ancora perché passano pochi secondi e Greco recupera e parte velocissimo palla al piede, una volta arrivato al limite offre la sfera a Sapori che con un tocco preciso sul primo palo batte Gentilini per il preziosissimo 1-0. È un gol fondamentale quello del fantasista granata che nonostante il forcing finale della Juvenes-Dogana permette ai suoi di tornare ad esultare per la vittoria che mancava loro dal lontano 4 novembre. Quinta sconfitta di fila invece per la squadra di Serravalle.

Vittoria importante per il Faetano che nella sfida delle 18:15 di Montecchio batte il Pennarossa e fa un netto balzo in classifica. La squadra di Pellegrino con due reti nella ripresa infligge l’ennesima sconfitta ai ragazzi di Nobile – sempre fanalino di coda del raggruppamento – e sale all’ottavo posto. Dopo la prima frazione chiusa a reti inviolate, i Gialloblu passano ad inizio ripresa con Brisigotti che raccoglie il tocco di Capriotti e con un destro secco batte Lazzarini. Il Pennarossa prova a reagire e si butta dalle parti di Manzaroli. Ma a dieci dalla fine ecco il gol che chiude definitivamente la gara con Lisi che manovra la sfera sulla sinistra e la mette in mezzo, il pallone arriva sul secondo palo dove Terenzi non fallisce il tocco dall’area piccola.